Comunicazioni

Ordinanze regionali limitazioni spostamenti e capienze veicoli - Barzi Service

Ordinanze regionali limitazioni spostamenti e capienze veicoli

Di seguito una sintesi delle ordinanze regionali in vigore dal 02/11/2020, con particolare evidenza su limitazioni agli spostamenti ed eventuali restrizioni per le capienze dei veicoli di trasporto passeggeri.

VALLE D’AOSTA
La Region Valle D’Aosta ha istituito un coprifuoco notturno dalle 21 alle 5 di mattina del giorno successivo. Saranno consentiti solo gli spostamenti motivati da esigenze lavorative o situazioni di necessità. L’elenco delle ultime ordinanze è presente al link di seguito

PIEMONTE
Fino al 13 novembre 2020 sono vietati in tutto il Piemonte gli spostamenti dalle 23 alle 5 del mattino dopo. Fanno eccezione comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e urgenza, motivi di salute oppure il rientro a casa o presso la propria dimora, che dovranno essere certificate con una autodichiarazione.
Per il trasporto pubblico di linea urbano ed extraurbano un coefficiente di riempimento del mezzo non superiore al 50% dei posti previsti dalla carta di circolazione. L’elenco delle ordinanze è disponibile al link seguente

LIGURIA
In Liguria non è stato al momento predisposto nessun limite di orario agli spostamenti (eccezion fatta per le giornate dal 30 ottobre al 2 novembre nei quali era stato temporaneamente previsto un “coprifuoco”).
In merito al trasporto pubblico locale urbano ed extraurbano è stato ridotto il limite di capienza che passa dall’80 al 60%. Non viene menzionato il trasporto NCC che pertanto non subisce per ora alcuna modifica (l’ordinanza è disponibile al seguente link)

LOMBARDIA
Sono vietati in tutto il territorio lombardo gli spostamenti non dettati da situazioni lavorative, di urgenza, o di necessità per i quali è necessario essere in possesso di autocertificazione. Una sintesi delle misure disposte dalla Regione è disponibile al seguente link

VENETO
Al momento in Veneto non sono state adottate misure più restrittive rispetto a quanto previsto dall’ultimo DPCM 24 ottobre.

TRENTINO ALTO-ADIGE
Per quanto riguarda la provincia di Bolzano è in vigore una limitazione degli spostamenti dalle 22 alle 5 del giorno successivo, eccezion fatta per gli spostamenti motivati da esigenze lavorative o di urgenza o necessità.
Non è invece presente questo limite nella provincia di Trento dove è stato recepito in toto l’ultimo DPCM.

FRIULI VENEZIA GIULIA
Nessuna particolare disposizione in questa regione per la quale occorre fare riferimento all’ultimo DPCM

EMILIA-ROMAGNA
Anche in questa Regione non sono stati al momento previsti ulteriori restrizioni rispetto a quanto stabilito dal DPCM.

MARCHE
Nella Regione Marche è stata disposta la diminuzione della capienza dei mezzi adibiti a trasporto locale urbano ed extraurbano, che passa dall’80 al 60%. Per i trasporti NCC rimangono valide le linee guida prevista dal DPCM nazionale (ordinanza consultabile al seguente link)
Non sono al momento previsti limiti agli spostamenti.

TOSCANA
E’ in corso di definizione un’ordinanza che abbasserà il limite di capienza sui veicoli adibiti a trasporto pubblico locale dall’80% al 50%.
Per quanto riguarda gli spostamenti non ci sono al momento limiti di orario.

UMBRIA
In Umbria il limite di capienza dei mezzi utilizzati per il trasporto pubblico locale è stato abbassato dall’80% al 50%. Per quanto riguarda gli spostamenti era stato disposto un divieto di spostamento dal 31 ottobre al 2 novembre agli spostamenti non necessari, ora non più in vigore. L’ordinanza è consultabile al seguente link

LAZIO
Sul territorio della Regione, dalle ore 24:00 alle ore 5:00 del giorno successivo sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, gli spostamenti motivati da situazioni di necessità o d’urgenza, o per motivi di salute. Ordinanza completa disponibile al seguente link

ABRUZZO
E’ in fase di valutazione la limitazione agli spostamenti notturni non necessari, per il momento non ancora approvata.

MOLISE
Al momento nessuna particolare misura restrittiva, oltre a quanto previsto dal DPCM

CAMPANIA
Nella Regione Campania dalle ore 23,00 alle ore 5.00 del giorno successivo sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o d’urgenza o motivi di salute. E’ sempre consentito il rientro al proprio domicilio, dimora o residenza dal luogo di lavoro.
Per l’intero arco della giornata sono inoltre vietati gli spostamenti dalla provincia di domicilio abituale o residenza sul territorio regionale verso altre province della Campania. Sono consentiti, limitatamente al diretto interessato nonché ad accompagnatore, ove necessario, esclusivamente spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, familiari, scolastiche, di formazione – incluse l’attività formativa, di training, nonché gli allenamenti connessi ad impegni correlati a competizioni consentite dalle disposizioni vigenti – o socioassistenziali ovvero situazioni di necessità o d’urgenza ovvero motivi di salute. E’ in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza dal luogo di lavoro. Il divieto non si applica al transito necessario allo spostamento verso altre regioni italiane o straniere o verso i luoghi di imbarco (stazioni, porti, aeroporti). L’elenco delle ordinanze è disponibile di seguito

PUGLIA
Non ci sono per il momento limiti agli spostamenti, per i quali occorre pertanto riferirsi al DPCM nazionale.

BASILICATA
Anche in questa Regione non sono stati disposti per il momenti limiti agli spostamenti.

CALABRIA
La Regione Calabria ha disposto, fino al 24 novembre, il divieto di spostamento dalle ore 24 alle ore del giorno successivo, eccezion fatta per gli spostamenti dovuti a motivi di lavoro o di urgenza/necessità

SICILIA
In Sicilia, per tutto il trasporto di passeggeri (NCC, linea, trasporto scolastico) è consentita l’occupazione dei posti a sedere e in piedi per i quali il mezzo è omologato.
Sono inoltre vietati gli spostamenti dalle ore 23 alle ore 5 del giorno successivo, eccezion fatta per gli spostamenti lavorativi o quelli con carattere di urgenza. L’elenco delle ordinanze è disponibile al seguente link

SARDEGNA
Diversamente da quanto trapelato nei giorni scorsi, la giunta della Regione Sardegna ha deciso di non emanare per il momento ordinanze specifiche per la Regione, in attesa di nuove direttive dal Governo.

E’ allo studio in queste ore presso il Governo il DPCM che conterrà nuove restrizioni a livello nazionale, a seguito del quale le Regioni potranno valutare se adottare ulteriori misure. Vedremo di fornire aggiornamenti non appena disponibili.